Massimiliano ROBESPIERRE

Mario CATTANEO
Massimiliano ROBESPIERRE, la scalata al cielo

1989, pp. 200

ISBN-88-85697-24-0, Prezzo/Unita' 10 €
Q.ta'

 

Maximilien Robespierre nato nel 1758 ad Arras nella provincia più settentrionale della Francia, venne eletto nel 1789 deputato alla celebre convocazione degli Stati Generali che diede l'avvio alla grande rivoluzione. Rieletto alla Convenzione nel 1792 nonché divenuto membro del Comitato di Salute pubblica nel 1793, venne infine trascinato al patibolo con una generica accusa di gestione dittatoriale del potere, in realtà senza nessun processo, nel 1794.
La scalata al cielo offre quattro suoi discorsi a cura e con saggio introduttivo di Mario Cattaneo, già ordinario di Filosofia del diritto all'Università di Milano.

Dell'enorme quantità dei suoi interventi, più di settecento, fino all'apparizione del presente volume, in Italia erano stati tradotti soltanto pochi brani, certo non sufficienti a dare un'idea dell'altezza del suo pensiero e dello splendore della sua prosa.
Robespierre il terrorista, il bevitore di sangue, il pallido sinistro assassino fu in realtà l'uomo di stato più calunniato della storia e il modo più diretto per rendergli giustizia, pur sempre troppo tardiva, è quello di ascoltare direttamente la sua voce.

Ne offriamo un breve stralcio da uno dei suoi ultimi discorsi:

"Il dispotismo ha prodotto la corruzione dei costumi e la corruzione dei costumi ha sostenuto il dispotismo. In questo stato di cose toccherà a chi ha venduto l'anima al più forte legittimare l'ingiustizia e condividere la tirannia. Allora la ragione non sarà più che follia; l'eguaglianza, anarchia; la libertà, disordine; il ricordo dei diritti dell'umanità, rivolta (…)
Allora ci saranno dei re, dei preti, dei nobili, dei borghesi, della canaglia: ma non ci sarà più popolo, non ci saranno più uomini!"

P. iva IT01352750234 - C.so Porta Nuova 99 - 37122 -Verona - Italy - Tel./Fax. +39 45 8003112 - info@essedueedizioni.it
Copyright © 2011 Essedue Edizioni - Verona. Tutti i diritti riservati.