Immigrant Autobiography in the United States

William BOELHOWER
Immigrant Autobiography in the United States

1982, pp. 250

ISBN-8885697.05.4, Prezzo/Unita' 10 €
Q.ta'

 

William Boelhower ha insegnato a lungo letteratura americana all'Università di Ca' Foscari con particolare riguardo all'autobiografia e al romanzo d'immigrazione di cui ha scritto su diversi giornali e riviste.
Fra il 1890 e il 1914 si ritiene che dall'Europa siano immigrati negli Stati Uniti circa undici milioni di persone; fra questi solo nei primi anni del 900 ci furono otto milioni d'italiani, prevalentemente meridionali.
Questa vicenda che un po' alla volta assunse le dimensioni di un vero e proprio esodo, è stata sinora studiata con forse minore impegno di quanto meriterebbe.

Boelhower si propone di farlo attraverso le autobiografie di quattro protagonisti, quattro storie d'emigrati dall'Italia del sud, quattro vite che riuscirono ad emergere pur con enorme fatica dall'anonimato in cui milioni di altri scomparvero.
Abbiamo pensato di non tradurre questo testo e di proporne la lettura in inglese perché l'attrito fra la lingua di provenienza degli immigrati e l'impatto con la lingua d'approdo è studiato da William Boelhower con un'attenzione e un impegno che nella traduzione andrebbero completamente perduti.
Le autobiografie sono di Costantino Pannunzio, Pasquale D'Angelo, Emanuele Carnevali e Girolamo Mangione. Nessuno di loro corrisponde allo stereotipo del suonatore d'organetto su cui è accovacciata una scimmia, mentre il pappagallo riposa sulla sua spalla. Sono emigranti che hanno lavorato con costanza e passione, che si sono urtati contro i problemi tipici delle minoranze etniche, che hanno dovuto combattere quella catastrofe semantica, come la definisce Boelhower, che è stata la nascita dell'anglosassonismo. La domanda "Cos'è la vera America?" s'imponeva e si è continuata ad imporre, almeno fino agli anni sessanta con i colori dell'American dream sullo sfondo della bandiera a stelle e strisce che svettava dal tetto dei grattaceli più alti, a poveri immigranti la cui madre aveva insegnato fin da piccoli a bere perché "u vinu ti fa sangu".
Lo studio di Boelhower su queste biografie ci apre ampi e insospettati spazi di riflessione su una vicenda tanto drammatica e assolutamente essenziale per capire quella parte della nostra storia che è legata per vincoli migratori alla storia degli Stati Uniti.
Un libro molto utile e davvero molto partecipe.

P. iva IT01352750234 - C.so Porta Nuova 99 - 37122 -Verona - Italy - Tel./Fax. +39 45 8003112 - info@essedueedizioni.it
Copyright © 2011 Essedue Edizioni - Verona. Tutti i diritti riservati.