Le confessioni di una piccola Italiana

Anonimo
L’Infinito Singolare

1983, pp. 264

ISBN-8885697.05.4, Prezzo/Unita' 10 €
Q.ta'

Uscito anonimo, è stato poi firmato da Giuliana Pistoso nella traduzione tedesca del Luchterhand Verlag, Darmstadt, 1986 e inglese dove è apparso sulla Northwest Review, Eugene Oregon, 1998. E' il racconto in chiave finemente ironica, di una gioventù prigioniera di molti lacci, apparentemente modesti, in realtà cupi e soffocanti, della dittatura fascista alleata con la cultura cattolica in una delle provincie più clericali d'Italia.
Il mito dei martiri del Risorgimento fucilati o a scelta impiccati e un mese di clausura in collegio per prepararsi alla Prima comunione, la sfolgorante grandezza dell'Impero romano e il totale buco nero della anche minima informazione sui rapporti sessuali, i sacri confini delle Alpi e dei mari posti da Dio a protezione della Patria contro gli stranieri e ogni sorta di

ostacoli all'apprendimento delle loro lingue per poter almeno capire questi stranieri chi fossero, infine la guerra perduta e l'invasione dell'esercito tedesco, per nulla fermato dalle Alpi, l'esercito italiano completamente dissolto e il Re in fuga…. Che altro?
Le confessioni si chiudono sul vuoto di una giovinezza smarrita e senza risposte.


In Italia sono uscite numerose recensioni fra cui su
"Repubblica" a firma di Laura Lilli
"Il Gazzettino veneto" a firma Ivo Prandin
"Il Piccolo di Trieste"
"L'Arena" a firma di Nino Cenni
In Germania una pagina intera su
"Die Tat, Deutsche Volkszeitung" di Amburgo a firma di Herman Peter Piwitt che confessa di amare tanto questo libro da portarlo sempre con sé con la cura con cui una contadina porta il suo libro di preghiere
"Schrifttumsspiegel" di Vienna a firma di G. K. Kaltenbrunner. Come il bambino nella favola di Andersen, Kaltenbrunner sottolinea, qui è la piccola italiana, che indicando il Re, dice è nudo e conclude dichiarando che le Confessioni di una Piccola Italiana sono un piccolo capolavoro: "Tagesspiegel" di Berlino a firma di Britta Corinna Schütt. "Deutschetagespost" di Wurzburg ancora a firma di G. K. Kaltenbrunner. Sulla "Neue Zürcherzeitung" di Jenny Ebelinge, che accosta le Confessioni ai ricordi di giovinezza di Christa Wollf e all'Amarcord di Fellini

P. iva IT01352750234 - C.so Porta Nuova 99 - 37122 -Verona - Italy - Tel./Fax. +39 45 8003112 - info@essedueedizioni.it
Copyright © 2011 Essedue Edizioni - Verona. Tutti i diritti riservati.