Pilla

Pilla

Rosèlia IRTI
Pilla

1989, pp. 127

ISBN-88-85697-29-1, Prezzo/Unita' 10 €
Q.ta'

Finalista Premio Donna città di Roma 1990

III ristampa.

Rosèlia IRTI è nata e vive a Imola dove dirige da anni una scuola di lingue. Ha lavorato a Milano come lettrice per gli editori Garzanti e Longanesi. Al suo attivo ha importanti traduzioni tra cui Possession di J. Gunther e The life of Jan Fleming di John Pearson, nonché quelle di numerosi gialli garzanti, e della ben nota serie 007- James Bond dello stesso Fleming.

Ha pubblicato un manuale di metodologia di studio per gli allievi delle scuole superiori Sopravvivere a scuola.
Pilla segna il suo esordio letterario.

Recanati
5 ottobre 1836
Alle 9 di sera
Luna che inondi d'argento il giardino, insolitamente rigoglioso in questo inizio d'autunno, non mi vedrai china sulle mirabili gesta di Corinna e di Breda (…) bensì intenta a scandagliare il cuore della piccola Pilla, eroina che nessun autore immortalerà.
Sfoglierò ad uno ad uno i petali della sua anima e li soffierò verso il tuo diafano volto per fartene corona.
Forse non mi sarà possibile afferrarli tutti. Forse qualcuno piccolo e riposto sfuggirà alle mie dita maldestre e rimarrà per sempre segreto anche a me che dimoro nella sua anima.

La contessina Paolina Leopardi, Pilla ... che cosa può significare per una ragazza intelligente, colta, sensibile, ma bruttina, nobile, ma priva di dote, rinchiusa nel palazzo degli avi grande, ma quanto austero, essere la sorella del Genio? Avere diviso con lui, Giacomo, tutte le ore e i giorni della sua prima giovinezza e, a vent'anni esserne privata per sempre? Essere passata alla storia per una poesia in onore delle sue nozze che non furono mai celebrate?
Attraverso le lettere che Pilla scrisse a due amiche, l'Autrice di queste pagine, intense e raffinate, ha potuto far uscire dall'ombra e consegnarcene, mirabilmente intatta, l'esile, soavissima immagine.

Quel che può sembrare in noi e fuori di noi, vittoriosa saggezza o armonia raggiunta, ad altri, o a noi stessi in un'altra età della vita o ad altri in un'altra età della storia, può apparire debolezza ipocrita, rassegnazione vigliacca; e inversamente. Non resta che scommettere. Franco Fortini dall'Introduzione alle lettere inedite di Paolina Leopardi.

P. iva IT01352750234 - C.so Porta Nuova 99 - 37122 -Verona - Italy - Tel./Fax. +39 45 8003112 - info@essedueedizioni.it
Copyright © 2011 Essedue Edizioni - Verona. Tutti i diritti riservati.