Le donne velate dell'Islam

Hinde TAARJI
L’Infinito Singolare

1992, pp. 253

ISBN-88-85697-35-6, Prezzo/Unita' 14 €
Q.ta'

Hinde Taarji è marocchina e mussulmana; a questo va aggiunto che ha i capelli castani e gli occhi azzurri, è molto graziosa e ama Voltaire. Figlia di un diplomatico che fu a lungo ambasciatore del Re del Marocco in Francia, si è nutrita della cultura francese, ed è il francese la lingua in cui scrive, attualmente vive però a Casablanca dove collabora a vari giornali fra i quali "Kalima" il primo giornale femminista in Marocco. A chi le chiedesse se ha nostalgia della Francia risponderebbe con cortese fermezza di no: lei è araba.


L'araba con gli occhi azzurri decise dunque all'inizio degli anni ottanta di intraprendere un viaggio nel mondo dell'Islam per studiare le condizioni di vita delle donne dei più diversi strati sociali e raccoglierne le opinioni sul drammatico argomento del velo.
Il taglio giornalistico di questo libro può far pensare che si tratti di un testo in qualche modo già superato.
Non è così per vari motivi primo fra tutti il fatto che è ancora molto difficile poter ascoltare delle voci femminili, libere, sottolineiamo libere, provenienti dall'interno del mondo islamico. Aggiungiamo che Hinde Taarji raccoglie le sue interviste in Egitto, negli Emirati arabi uniti, in Kuwait, Libano e Algeria quindi in stati molto diversi fra loro, ma il fascino che emana da questo libro e la sua importanza provengono soprattutto dal presentarci un mondo con problemi e contraddizioni latenti che esploderanno nella violenza fondamentalista; si pensi all'Algeria prima della guerra civile, di cui cogliamo qui con gran nitidezza le drammatiche radici, i fatti premonitori.
Nel 1923 approdava ad Alessandria d'Egitto una nave proveniente dall'Europa. Fra i viaggiatori che scendevano dalla passerella vi era una donna egiziana che all'improvviso strappò, davanti alla folla che si accalcava sulla banchina del porto, il velo che le copriva il viso e lo gettò lontano. Si chiamava Hoda Sharawi e sarebbe passata alla storia come la prima femminista del mondo arabo. C'è da chiedersi che cosa sia rimasto oggi di quel gesto e di quella battaglia. Hinde Taarji col suo coraggioso lavoro ci aiuta a cercare se non a trovare qualche risposta.

P. iva IT01352750234 - C.so Porta Nuova 99 - 37122 -Verona - Italy - Tel./Fax. +39 45 8003112 - info@essedueedizioni.it
Copyright © 2011 Essedue Edizioni - Verona. Tutti i diritti riservati.